BPM

Perché un sistema di gestione dei processi (BPM) è la chiave per l’ottimizzazione aziendale

BPM è l’acronimo di Business Process Management e può essere definito come un insieme di procedure utilizzate per acquisire, gestire e analizzare i processi aziendali di un’organizzazione.

Il fine del BPM è quello di realizzare obiettivi aziendali strategici, per incrementare l’efficienza e ridurre costi ed errori. La gestione dei processi aziendali costituisce il primo passo di un percorso intrapreso verso l’automazione dei processi aziendali, avvalendosi di software per il BPM e della tecnologia di automazione.

Mentre la metodologia BPM consente di comprendere meglio i processi aziendali end to end, l’automazione dei processi aziendali può essere utilizzata per controllare e modificare costantemente l’efficienza dei processi a fronte delle iniziative adottate, riducendo complessità ed errori.

Ti potrebbe interessare anche: Come le aziende possono implementare efficacemente l’RPA nei loro processi digitali

I vantaggi del BPM

È interessante scoprire gli innumerevoli vantaggi che la gestione dei processi porta a un’azienda, ma andiamo per ordine. Quando sei agli inizi della tua nuova attività, il team è piccolo ed è facile lavorare con fogli di calcolo, ma quando i tuoi dipendenti inizieranno ad aumentare sarà sempre più difficile gestire tutto; utilizzando SaaS BPM la visibilità dei processi aziendali migliora, poiché puoi assegnare ruoli per ciascuno e monitorare l’andamento delle attività. Definire obiettivi chiari per i membri del team, con annessa descrizione del lavoro e dei compiti, oltre che della responsabilità, può migliorare la produttività, e automatizzando le attività si riducono i rischi di errori e rilevazioni. In questo modo l’azienda avrà più risorse da dedicare alla crescita e allo sviluppo, concentrandosi su nuove opportunità di business. Anche l’interconnessione tra i reparti all’interno di un’azienda è opera del BPM, in modo che tutti possano essere consapevoli di ciò di cui sono responsabili gli altri, portando ulteriori benefici rafforzati da una buona comunicazione.

Quindi, per una riprogettazione dei processi aziendali è fondamentale: analizzare il processo esistente, valutando anche le problematiche, capire come è possibile migliorare il processo impostando un modello, implementare le modifiche, monitorare per valutare l’efficacia delle variazioni ed infine, a metodologia BPM applicata, ottimizzarla nel tempo e capire che attività è possibile automatizzare. 

Come scegliere un ERP Aziendale

La soluzione al problema più grande si nasconde nei dettagli più piccoli.

Il miglioramento deve essere l’obiettivo chiave

Il risultato di qualsiasi progetto BPM. Raggiungere il miglioramento è l’unico motivo per intraprendere un progetto di Business Process Management.

Tuttavia, tale trasformazione può assumere molte forme come accesso migliorato alle informazioni su come eseguire un processo, distribuzione coerente dei processi in tutta l’organizzazione, aderenza ai processi da parte dei responsabili, processi più efficienti (con passaggi duplicati o non necessari rimossi), un prodotto finale di migliore qualità (bene o servizio) e un processo meno rischioso.

Contenuti che potrebbero interessarti
La digitalizzazione delle imprese in Italia

La digitalizzazione delle imprese in Italia

L’accelerazione verso la digitalizzazione sta portando le aziende a cogliere numerose opportunità.
In quest’ottica anche i principali players del settore investono per rimanere competitivi e offrire servizi integrati.