B2B post Covid

Come si è evoluto il settore B2B a causa del Covid

Il processo di digitalizzazione ha subito un'accelerazione improvvisa con il Covid-19, coinvolgendo diversi settori; tra questi le vendite B2B. Acquirenti e venditori sono passati al digitale, attivando talvolta, il proprio canale e-commerce.

Con l’espressione “B2B” si fa riferimento a un ambiente business-to-business, ovvero a uno spazio commerciale in cui le aziende scambiano prodotti e servizi con altre aziende.

La pandemia ha velocizzato la digitalizzazione in tanti settori, e tra questi sono incluse anche le vendite B2B, tanto che acquirenti e venditori sono passati al digitale, attivando, ove non ci fosse, il proprio canale e-commerce. Se facciamo un’analisi, più di tre quarti degli acquirenti e dei venditori affermano di preferire il self-service digitale e il coinvolgimento umano remoto rispetto alle interazioni faccia a faccia, un sentimento in continua crescita anche dopo la fine delle restrizioni. I leader delle vendite sono i primi ad ammettere che il digitale sia la giusta strada da percorrere. 

I clienti, nella loro quotidianità, sono abituati a modalità di acquisto rapide, quindi perché non offrire la possibilità di vivere un’esperienza simile anche con ordini per la propria azienda?

Ti potrebbe interessare anche: Perché adottare un software documentale per la tua azienda?

I clienti acquistano online con facilità

Un segnale evidente di tutto ciò è dato dalla facilità con cui gli acquirenti comprano anche articoli grandi online, tanto che il 70% afferma di essere disposto a effettuare acquisti nuovi, completamente self-service o remoti superiori a $ 50.000 e il 27% spenderebbe più di $ 500.000. 

Inoltre, se una volta era frequente vedere venditori di un’azienda che viaggiavano per i paesi consegnando brochure e cataloghi di prodotti, le limitazioni dettate dalla pandemia hanno portato a un’evoluzione; live chat e videochat sono i canali predominanti per l’interazione e la chiusura delle vendite con i clienti B2B, mentre le riunioni di persona sono diminuite del 52%. Infatti, la combinazione di e-commerce e videoconferenza rappresenta ora il 43% delle entrate B2B, più di qualsiasi altro canale. 

Le aziende che vogliono ottenere un vantaggio rispetto ai loro concorrenti devono implementare competenze di marketing digitale, facendosi influenzare dai social media e dai lead di qualità che generano quotidianamente. In più, l’introduzione dell’intelligenza artificiale (AI) e il machine learning, permette di apprendere il comportamento degli utenti, e di capire di che cosa hanno bisogno. 

Strategie di Vendita B2B

Il marketing digitale può trasformare i processi di vendita della tua azienda.

Il futuro è digitale

Le probabilità che questi modelli indotti dalla pandemia diventino permanenti è molto alta, quasi nove decisori su dieci affermano che le nuove pratiche di vendita commerciali e go-to-market saranno un appuntamento fisso per tutto il 2021, accompagnate dall’intelligenza artificiale e dai social media, per soddisfare le esigenze del nuovo acquirente B2B, e ottenere un vantaggio competitivo rispetto ai colleghi più lenti.

Il mondo digitale è ricco e complesso, ma sfruttando i giusti punti di partenza le attività possono dare una svolta al proprio business.

Contenuti che potrebbero interessarti
Come l'RPA determina l'efficienza nel settore Med

Come l’RPA determina l’efficienza nel settore Med

Rpa è determinante nell’efficienza del settore Med. Può potenziare l’assistenza sanitaria e liberare il personale medico dal lavoro amministrativo e ripetitivo. La strada è ancora lunga da percorrere ma la trasformazione digitale sta già automatizzando le attività di routine.

E-commerce post Covid

Il futuro dell’e-commerce nell’era del COVID-19

Tutti gli aspetti della nostra vita sono stati travolti dalla rivoluzione digitale ma ciò che ha colpito di più riguarda proprio i consumi, una rivoluzione che, senza Covid, ci avrebbe messo molto più tempo a compiersi.